Non chiudete le scuole dell’Aspromonte

Domani a Careri paesino dell’Aspromonte calabrese, è indetto lo sciopero generale per difendere il diritto alla scuola. La scuola dell’obbligo è morta in quel paese. Normative rigide e contabili hanno imposto una deportazione a dodici chilometri di strade impervie e piene di tornanti per 35 ragazzini che per andare ad apprendere non possono neanche far colazione la mattina visto il rischio vomito che provocherebbero quei viaggi mattutini. E’ ancora emergenza…

Read More

Dieci anni senza Totò Delfino

Dieci anni che il mio amico e maestro Toto’ Delfino non è più con noi. Pubblico in suo ricordo l’articolo scritto dalla figlia Anna nell’ultimo numero della Riviera dove immagina cosa scriverebbe il padre della Calabria se fosse ancora in vita. Non riconosco più la mia terra Da qui sento il profumo della mia terra, sento il calore delle rocce che in questo periodo si fa più mite e accarezza…

Read More

Per conoscere meglio Paride Leporace. Motivazione di un premio

Ricevere un premio fa sempre piacere. Poi se questo dono avviene nella piazza di Paola e ascolti le motivazioni del Pacchero d’argento  scritta da Massimo Celani la soddisfazione diventa doppia per riscoprire pezzi riconosciuti della propria biografia che per questo motivo condivido ad uso di chi vuole conoscerla. Grazie della vostra attenzione.  a Paride Leporace Non vorremmo essere la memoria di Paride. Giornalista, cinefilo, da qualche anno direttore di una…

Read More

Dogman, Lazzaro e il Ku Klux Klan. Un post per tre palme

Venerdì sera presentando a Potenza il bel libro di Sergio Ragone “Playlist”,  ho chiesto di poter fare una playlist dei film recentemente visti sciorinando i titoli “Dogman” di Matteo Garrone, “Lazzaro Felice” di Alice Rohrwacher e “BlacKKKlansman” di Spike Lee. Tre film, poi, caso vuole, diversamente premiati a Cannes. Nell’ordine migliore attore, migliore sceneggiatura (ex aequo) e Gran prix della giuria. Avevo visto “Dogman” la sera prima a Potenza in…

Read More

Per i settant’anni di Pantaleone Sergi

Pantaleone Sergi, Lullo per i molti amici e colleghi, compie oggi settant’anni. Giornalista e scrittore di  vasta notorietà, come dimostra il fatto che il suo compleanno sia stato annunciato nella bella newsletter “Anteprima” di Giorgio Dell’Arti insieme a quello di personaggi dal calibro di Martin Scorsese. Sergi a ben vedere, con la sua luminosa e fortunata carriera ha, a mio parere, contribuito a modificare lo stato delle cose del giornalismo…

Read More

Rai Storia ricorda Giacomo Mancini. Ma l’Aria Rossa va in rovina

MI sembra doveroso e giusto diffondere notizia, ai suoi numerosi seguaci e sostenitori ma anche ai giovani che non ebbero la fortuna di conoscerlo, che il canale di Rai Storia, martedì prossimo alle 21,40, manderà in onda nel programma “Italiani” “Giacomo Mancini, la passione del socialismo” realizzato con cura e spessore da Enrico Salvatori. Si potranno ammirare rari materiali di repertorio recuperate dalle Teche della Rai  che ripercorrono la vita…

Read More

Ospite del giornale scolastico “Giornalevi” di Tricarico. La loro cronaca

Sul finire dell’anno scolastico sono stato invitato dal giornale scolastico del Liceo Levi di Tricarico per una lezione partecipata di giornalismo. Esperienza per me molto utile per capire come mutano le questioni e come cambia il rapporto delle giovani generazioni con i mass media. Pubblico sul mio blog la bella cronaca scritta dalla studentessa Francesca Grassano e supervisionata dalla docente Gabriella Montera ritenendola utile per capire insieme lo scambio dei…

Read More

Autobiografia per il mio compleanno

Da domani sono da cinque decenni e un lustro su questa Terra. Sono nato su un tavola di formica verde in una casa di Cerisano, casale posto a Ovest di Cosenza. Fratello sconosciuto di altri bambini nati in casa nel boom economico che riempiva quelle  stesse case di frigoriferi e televisioni e le strade di Fiat 500. Mio padre aveva un 600 e quando nelle strade della Calabria lo vedevano…

Read More

Io accuso la mia innocenza. Verità e autocritica di un giornalista indagato

“Certo, scrivo questa relazione per amore dell’ordine, per una certa pedanteria, perché venga messa agli atti….Voglio riflettere ancora sui passi che sono stato indotto a fare, sulle misure che ho preso, sulle possibilità che sono state trascurate. Ancora una volta voglio sondare scrupolosamente le probabilità che forse restano alla giustizia”. Dal romanzo “Giustizia” di Friedric Durrenmatt. A tutti coloro che mi conoscono personalmente per le mie attività pubbliche e private,…

Read More

In ricordo di donna Vittoria Mancini

Otto anni fa lasciava il mondo terreno Vittoria Vocaturo Mancini. Ribattezzata nella sua Cosenza, in Calabria e nel panorama istituzionale romano come donna Vittoria. Nel gergo popolare cosentino era “donna Vittò”. Tantissimi ragazze e ragazzi bruzi, pur non avendo legami parentali, la chiamavano zia Vittoria. Io tra questi, ma il mio legame parentale era autentico essendo figlia di una Ruffolo, sorella di mia nonna Cesira. Ai molti che non sanno,…

Read More