Buona domenica da un Paese orribilmente sporco

Buona domenica amici miei. L’ultimo buona domenica del 2014. Un romeno rom ha ammazzato una vecchia a Torino per pochi euro. Cota, uno che comprava mutande verdi con i soldi pubblici chiede con Salvini pogrom dei rom. Ad Acilia, periferia di mafia capitale sparano in un campo rom. Tutti si commuovono giustamente per un figlio di profughi nato su una carretta del mare. La stessa dove almeno un suo connazionale…

Read More

La piccola stazione più tragica d’Italia

Che tristezza pensare all’antivigilia di Natale di trent’anni fa. Io di anni ne avevo 22 e la tristezza di aver perso mia madre pochi mesi prima si aggravava cosmicamente per lo scoppio di una bomba su un treno. Nella stesso tratto dove altre bestie avevano operato un decennio prima il 4 agosto del 1974 nell’Italia della guerra a bassa intensità. Anche quella volta Bruno Vespa avrà detto: “Quanti sono i…

Read More

Buona domenica (in un Paese senza giustizia)

Buona domenica amici miei A Praia a Mare ,oltre all’Isola di Dino, c’era anche una fabbrica tessile: la Marlane. Un centinaio di operai morti nel corso del tempo. Il conte Rivetti negli anni Cinquanta aprì due fabbriche. Una a Maratea, l’altra a Praia. Due finanziamenti pubblici. Gian Antonio Stella nel libro “Lo spreco” racconta da par suo. Quella di Maratea chiuse. Quella calabrese fu comprata da un altro conte del…

Read More

Totonno Chiappetta cosentino illustre (1955-2014)

Totonno. Nè Antonio né Tonino ma Totonno. Al tempo dei compagni lo chiamavano Chiò Chiò. Di cognome invece Chiappetta. Schiatta illustre per il secolo breve della mia Itaca. Il nonno omonimo fu giornalista di grido e fondatore di testata gloriosa. Ma soprattutto papà di Jugale, l’unica vera maschera cosentina. In un città priva di Commedia dell’arte la figura simbolica sta nello scemo del villaggio. Sappiamo bene che dietro uno scemo…

Read More

Buon week end con il vecchio cinema Leporace (l’ultimo cinema del mondo)

Cari amici questa settimana il buona domenica vi giunge di sabato. Diventa un buon week end. Oggi mia moglie compie cinquant’anni, come ogni anno compie gli anni nel giorno del suo onomastico e del nostro anniversario di matrimonio. Che fu una bella festa di matrimonio come ricordano molti nostri amici. Grazie ad una sua idea proiettammo un vivace blog con scene da film di matrimonio. Considerato che mi sembra giusto…

Read More

Piazza Fontana 45 anni dopo

Alla vigilia dei 45 anni dello scoppio della bomba di piazza Fontana ho immaginato che i miei figli mi chiedessero notizie per un compito sull’argomento da portare a scuola. Sono andato in archivio ed ho preso l’ultima ricostruzione da me scritta per il mensile “Mucchio selvaggio” in occasione del quarantennale. Ho dovuto modificare qualche numero e tagliare qualche contesto di cronaca. Per il resto quel testo è ancora valido. Drammaticamente…

Read More

Buona domenica tra mafia capitale e capitale umano

Buona domenica amici miei. Vigilia dell’Immacolata e primo stordimento natalizio. Ho letto un romanzo da bambino che ha molto contato nella mia formazione. “Il giorno della civetta” del maestro Sciascia. Mi è rivenuta in mente quella fantasia del romanzo leggendo degli scandali di “Mafia capitale”. E’ caduto da tempo quel “forse” su l’Italia diventata tutta Sicilia. La linea della palma, La linea del caffè ristretto.E’ salita come l’ago di mercurio…

Read More

Lessico familiare tra Itaca e Buenos Aires

Mio padre si chiama Tullio Leporace. Era nato nel maggio del 1907 del XX secolo a Cosenza, mia Itaca sentimentale. A quel tempo il processo Murri divideva la piccola opinione pubblica italiana. Mio nonno, Giuseppe, penalista socialista e laico, fervente innocentista decise di chiamare il figlio Tullio come il celebre imputato di quel processo di fatti di gente per bene. I telefoni ad Itaca non erano più di 10 a…

Read More