Buona domenica

Buona domenica amici miei. Se la mettiamo sul calcio pensate ad un vostro coetaneo/a cileno/a. Il pallone che si stampa sulla traversa a pochi secondi della fine e poi esci dal Mondiale ai rigori. Meglio uscire in questo modo o nel pessimo periodare palla della Nazionale italiana? A voi la scelta. Non ci sono più’ le selecao di una volta. E gli uruguagi di oggi si fanno ricordare per Suarez…

Read More

La disfatta

Si torna a casa. Le valige erano già pronte per Fiumicino . La Rete indica invece la meta di ritorno a Formentera. Una squadra derelitta e schierata spesso senza costrutto fa segnare la seconda uscita consecutiva al primo turno di un Mondiale. Risultati non proprio da potenza calcistica e da campionato per club tra i più’ prestigiosi del pianeta. Troppi stranieri hanno prosciugato la vivacità dei vivai.  Il famoso girone…

Read More

Bergoglio in Calabria, ripensando la scomunica alla ‘ndrangheta

Il 4 luglio del 1966 dietro una siepe di lentischi un mitra, una pistola e un fucile di caccia uccidono don Antonio Esposito, parroco di Ciminà mentre va a celebrare il funerale di Ciccio Barillaro capomafia di Plati’. Il 2 giugno del 1989 sarà invece fatale il viaggio in auto da Locri al santuario di Polsi di don Giuseppe Giovinazzo, sacerdote economo del luogo sacro e toponimo del summit di…

Read More

I luoghi comuni di Papa Bergoglio in Calabria

Buona domenica amici miei. Domenica ben diversa dall’altra per quelli che tifano per la Nazionale. Il calcio è in subbuglio come dimostra la Germania che pareggia con il Ghana, l’Argentina che soffre con l’Iran e via con tutto il resto. Ma in questa domenica bisogna riflettere su quanto accaduto in Calabria dalle parti della mia Itaca. E’ arrivato Papa Francesco. E lo ha detto quello che tutti sappiamo nell’omelia davanti…

Read More

Italia matata

Là nel Pernembuco a Racife la popolazione più’ felice del pianeta (una statistica attesta cio’) i “tica” del Costa Rica hanno da esultare per la qualificazione matematica. Bella serata per il popolo che non ha un esercito e si dichiara neutrale. Ma a differenza della Svizzera esprime un calcio muscolare e divertente. Italia matata come l’Uruguay. Qualcuno al sorteggio pensava al Costa Rica come Cenerentola del girone di ferro ignorando…

Read More

Spagna, la triste fine di un ciclo meraviglioso

Alle 21,45 ora italiana del 18 luglio la “Roja” del Cile al Maracanà di Rio porta il lenzuolo bianco per il “tiqui-taca” che ha dato nome alle trasmissioni televisive di calcio italiane. “Oscuridad rojo” in Spagna. Il giorno dell’abdicazione del vecchio re accompagna il disastro della migliore squadra di sempre della nazione guidata dai Borbone.Un tempo quei giocatori erano rappresentati come tori infuriati dai disegnatori di tendenza oggi sono dei…

Read More

Yara, nel Paese di Beccaria

Vivo in un Paese caratterizzato da inediti monsoni e da un ministro dell’Interno che scatena spesso tempeste non dovute. Faccio notare, che prima dello scontro di Alfano con la procura, su Facebook,Ida Dominijanni ha saggiamente scritto che un ministro non puo ‘annunciare nulla mentre un cittadino, anche se presunto assassinio di omicidio orribile come quello di Yara, è sottoposto ad interrogatorio dell’autorità’ giudiziaria. Nel Paese di Beccaria la giustizia e’…

Read More

Rino Bulbarelli, un alfiere del giornalismo di provincia

L’Italia del Novecento è stata piu’ colta, e in alcune aree democratica e partecipata, anche grazie ad un buon giornalismo di provincia mai abbastanza indagato. Rino Bulbarelli, morto ieri a 83 anni nella sua Mantova, ne è stato sicuramente uno dei migliori alfieri. La città virgiliana ha buone tradizioni editoriali e giustamente mena vanto e contesa con Parma sul fatto di aver tra le proprie mura il giornale più’ antico…

Read More

Buona Domenica (15 giugno 2014)

Buona domenica amici miei. E che domenica questa iniziata a mezzanotte guardando quel pallone messo al centro campo di uno stadio a Manaus nell’umida Amazzonia. Terra da fumetto di Mister No. I 22 uomini in mutande, un clima peggio di quello stanotte in Brasile, potevano trovarlo solo nel Sertao. Ma l’aria pesante rende più’ belle le nostre vittorie. Come l’avrebbe raccontato Giuan Brera Italia-Inghilterra al Mondiale dei mondiali brasiliani 2014?…

Read More

Con Ciro, per Ciro,su Ciro.

Con Ciro, per Ciro,su Ciro. Ciro Paglia non e’ più’ tra i vivi ma la sua firma resta nei giornalisti giornalisti. In un mio pensato ma mai realizzato libro sui grandi giornalisti non celebrati dal sistema dei media il nome di Ciro Paglia era impresso a chiare lettere. Il mio primo incrocio con la sua firma fu da imberbe cronista degli anni Novanta quando lessi un suo strabiliante reportage per…

Read More