Repubblica ricorda il 1977 ma dimentica il suo cronista Carlo Rivolta

A Robinson, inserto culturale de “La Repubblica”, ieri hanno perso un’occasione. Quella della Memoria e di poter affrontare meglio una storia umana e professionale della loro  Storia. Approfondimento sul 1977 a pochi giorni dal quarantennale dalla cacciata di Lama dall’Università di Roma. Grafica adeguata, valorizzazione delle foto di Tano D’Amico, intervista ad Asor Rosa, analisi (non entro nel merito), testimonianze, buone pagine, consumi culturali d’epoca. Ma registro un clamoroso vuoto…

Read More

In ricordo di donna Vittoria Mancini

Otto anni fa lasciava il mondo terreno Vittoria Vocaturo Mancini. Ribattezzata nella sua Cosenza, in Calabria e nel panorama istituzionale romano come donna Vittoria. Nel gergo popolare cosentino era “donna Vittò”. Tantissimi ragazze e ragazzi bruzi, pur non avendo legami parentali, la chiamavano zia Vittoria. Io tra questi, ma il mio legame parentale era autentico essendo figlia di una Ruffolo, sorella di mia nonna Cesira. Ai molti che non sanno,…

Read More

1977 (gennaio) Racconto dei 12 mesi

Nel gennaio di quarant’anni fa avro’ sicuramente avuto noie di quadrimestre ginnasiale ma attorno a me il mondo andava in modo diverso da quello attuale. Pochi ricordano o sanno che nelle prigioni italiane nel 1977 il clima non era pacifico. A Capodanno a Piacenza, durante la rivolta dei detenuti per le loro condizioni, la polizia penitenziaria (ma a quell’epoca anche i giornali “borghesi” scrivevano di secondini) spara ed uccide un…

Read More

Trent’anni fa l’articolo di Sciascia sui professionisti dell’Antimafia

A trent’anni dalla pubblicazione del celebre pezzo di Leonardo Sciascia titolato profeticamente “I professionisti dell’antimafia” rileggiamo una polemica che vide contrapposti lo scrittore Leonardo Sciascia ed il magistrato ucciso dalla mafia con la complicità di pezzi dello Stato. Questa è la storia di un paradosso siciliano che nasce nella redazione del principale quotidiano italiano e che apre una contesa che dura ancora oggi, anche se molti confondono fatti e personaggi. Sulla vicenda oggi Felice…

Read More

Buon Natale a chi mi legge

cchiu’ de n’ora ce manca: e se sparano botte s’appicciano bengala e se canta e se sona per tutto ‘o vicinato da “Nuttata ‘e Natale” Salvatore Di Giacomo Comme vurría allummá duje o tre biangale, comme vurría sentí nu zampugnaro da “Lacreme napulitane” di Bovio Buongiovanni A chi mi legge i miei auguri di Natale. A chi mi legge una testimonianza di affetto e condivisione. Una sentita riflessione nella notte…

Read More

Alla mia #Cosenza

Ogni anno il 12 dicembre, l’amico e compagno Salvatore Giorno, ripubblica sui social un mio lungo articolo da vecchio giornale di carta dedicato mia città. A 5 anni dalla scrittura, grazie a questa sollecitazione, ho deciso di incastonarlo anch’io sul mio blog, a futura memoria, per molteplici motivi. Il pezzo (che ha molti pezzi di cuore) mi fu commissionato da un bravissimo giornalista, Ciro Paglia, che ha purtroppo raggiunto il…

Read More

Quello che tutti non sanno del “compagno Gentiloni”

A poche ore dall’incarico di presidente del Consiglio a Paolo Gentiloni osservo che gran parte delle prime schede biografiche sul premier risultano monche. Tranne poche eccezioni (Tatiani Lisanti della Rai e L’Inkiesta, ad esempio) la gran parte dei media mainstream si limitano a biografie rutelliane che inducono a pensare a una democristianeria di lungo corso. In effetti le ascendenze cattoliche del nuovo premier hanno quarti ben più illustri. Il presidente…

Read More

Cosenza, una cultura vanesia non la fa Capitale

Cosenza è stata esclusa dalla decina delle città che concorrono a capitale italiana della cultura 2018. Una sconfitta grama che deve far riflettere tutti coloro che hanno un’idea di industria culturale per la città bruzia. Il dossier di candidatura è stato poco coerente, il coinvolgimento dentro e fuori la regione Calabria poco convincente. La dichiarazione del sindaco Mario Occhiuto sul negativo risultato è un capolavoro di dietrologia giustificazionista: . “Apprendo…

Read More

Un anno dopo il Bataclan. Un corto d’animazione per ricordare

Il Bataclan riapre. Un anno dopo quell’orribile notte di Parigi. Dopo la strage del 15 gennaio 2015 nella sede di Charlie Hebdo, il canale televisivo francese Canal+ ha commissionato una serie di opere d’animazione (collection Dessine Toujours!) dedicate al concetto di libertà di espressione come tributo a Charlie Hebdo e ai suoi artisti. “Journal animé” di Donato Sansone, lucano originario di Bella, studi a Napoli e residente a Torino, è…

Read More

La bella favola di Dario Fo

La favola ha inizio, per confessa narrazione, sul primo vagito, un mattino di marzo del 1926, mentre l’omnibus delle sei e mezzo viene fermato dal drappo rosso del capostazione Felice Fo, in quel di San Giano in provincia di Varese. Qualche tempo dopo la famiglia Fo si trasferisce qualche stazione più avanti a Primo Troncano e poi a Portovaltravaglia. Fu in quei luoghi dai nomi pittoreschi che il giovane Dario…

Read More